Tuesday 23 October 2018
 
Home News
 
 
  :: Main Menu
  • Home
  • l'Azienda
  • Contatti
  • News
  • Struttura aziendale
  • FAQ
  • Gare e Concorsi
  • Atti deliberativi
  • Comunicazione - URP
  • Farmacovigilanza
  • DISABILI Prog. ANCORA
  • Comitato Consultivo
  • Costruire_Salute
  • Internazionalizzazione e Ricerca Sanitaria
  • Prevenzione Osteonecrosi Mascellari PROMaF
  • Amministrazione Trasparente
  • Attività del CQRC
  • Cardiologia
  • Intranet
  • Portale Appalti
  • Urologia
  • Privacy
  • Centri Rif. Reg. Malattie Rare















  •   Comunicazioni:
     
    POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA.
    protocollo.aoup@pec.policlinicogiaccone.it


    Uso in sicurezza della formaldeide


    POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA.
    protocollo.aoup@pec.policlinicogiaccone.it


    Epidemia Epatite A - Tramissione schede per la rilevazione dei dati

    Allegato 1

    Allegato 2


    Elenco dei debiti fornitori ai sensi Art. 8 Legge n. 64/2013 Si avvisa l'utenza che le informazioni sono in fase di aggiornamento in seguito all'applicazione della nuova normativa (D.Lgs. n. 33 del 14/3/2013) entrata in vigore il 20 Aprile 2013.


    Comunicazione orario estivo punti cassa Ticket - intramenia - Cartelle Cliniche - Prestazioni Aziendali - mesi Luglio e Agosto 2013


    CIO
    Delibera 493-19/06/2013 – Approvazione programma di prevenzione delle infezioni ospedaliere e protocollo di sorveglianza ambientale


    Gestione dei rifiuti sanitari


    Rettifiche alle graduatorie definitive degli Interventi a favore del personale anni 2009 e 2010.

    Graduatoria definitiva corretta degli interventi a favore del personale anno 2009

    Graduatoria definitiva corretta degli interventi a favore del personale anno 2010


    Nota Direzione Sanitaria sul sistema di notifica delle Malattie Infettive

    Scheda per segnalazione di caso sospetto di Malattia Infettiva


    Si informa che sulla Intranet nella cartella "Interventi a favore del personale anni 2009 e 2010" della sezione "Documenti Aziendali" sono state pubblicate le graduatorie definitive degli aventi diritto.


    Avviso ASP di Catania su pubblicazione n. 3 bandi nella GURS speciale concorsi n. 10 del 29/07/2011


    Linee guida - Corretta prassi Igienico-Comportamentale nel Complesso Operatorio


    Delibera per l'istituzione Ufficio dei Procedimenti Disciplinari (U.P.D.)

    Codice disciplinare del personale dell'area contrattuale della dirigenza sanitaria, professionale, tecnica ed amministrativa S.S.N.


    Codice disciplinare del personale dell'area contrattuale medica e veterinaria S.S.N.

    Codice disciplinare del personale dell'area contrattuale del comparto S.S.N


    Attività condotte per ridurre il rischio clinico nel 2010


    Guida alle prestazioni di diagnostica di laboratorio

    Nessuno tocchi il ministero della Salute Print E-mail
    12 feb 2008

    'Nessuno tocchi il ministero della Salute': è questo il messaggio che i sindacati medici rivolgono alla classe politica. Ridurre il numero dei ministeri a 12 e unire Salute, Lavoro e Politiche Sociali in un unico 'superdicastero' del Welfare, come prevede unanorma già approvata in Finanziaria, non piace affatto alle organizzazioni sindacali dei camici bianchi, convinte che una simile 'fusione' metterebbe in serio pericolo uno dei beni primari: la salute dei cittadini.

    "Accorpare il ministero della Salute a quello del Lavoro - spiega all'AndKronos Salute il segretario nazionale della Federazione italiana medici di famiglia (Fimmg), Giacomo Milillo - sarebbe una cattiva idea. Una proposta controproducente che troverebbe il gradimento solo delle Regioni che, in questo modo, avrebbero una maggiore autonomia nella gestione delle risorse".

    Ancora più categorico il segretario nazionale dell'Anaao Assomed, Carlo Lusenti, secondo cui quella del 'taglio' o dell'accorpamento del ministero di Lungotevere Ripa "è un'ipotesi da evitare. Assolutamente".

    Secondo Lusenti 'fondere' i dicasteri Salute e Lavoro sarebbe come "mischiare le mele con le pere". Per il leader dell'Anaao, al limite, un'ipotesi potrebbe essere quella di unire il ministero della Salute solo con quello delle Politiche sociali. "Unione - spiega - che in alcuni assessorati regionali è già realtà".

    Sulla stessa lunghezza d'onda il presidente dello Snami, Mauro Martini, assolutamente contrario, però, a qualsiasi tipo di accorpamento con un altro ministero. "Il dicastero della Salute - spiega - deve rimanere tale.

    Non si pensi di accorparlo ad altri, rischierebbe di perderebbe la sua forza e di smarrire la sua missione di garante di uno dei beni primari che è la salute dei cittadini. Diciamo quindi no a una sua scomparsa o a un suo indebolimento, e faremo sentire alta la nostra voce perché ciò non avvenga".

    Sì alla riorganizzazione del ministero della Salute, ma no alla sua scomparsa o alla sua fusione con altri dicasteri. E' questo invece il pensiero di Armando Masucci, segretario nazionale della Federazione medici Uil-Fpl, convinto dell'assoluta specificità del dicastero di Lungotevere Ripa. "Specificità e peculiarità - spiega - che poco hanno a che fare con quelle tipiche del ministero del Lavoro".

     

    Tutti i nomi, i loghi e i marchi registrati citati o riportati appartengono ai rispettivi proprietari.

     

     



    Webmail Login
    Username (dipendenti)

    Password
       

    Hit Counter
    10140844 Visite

    Browser Prefs
    Aggiungi ai preferiti
    Imposta homepage

    Who's online
    Sono connessi 257 ospiti e 0 utenti registrati









    Informativa sui Cookies
    Leggi qui l'informativa sui cookies

    Copyright 2002-2005© - All rights reserved - Azienda Ospedaliera Universitaria Policlinico "Paolo Giaccone" Palermo