Monday 23 July 2018
 
Home News
 
 
  :: Main Menu
  • Home
  • l'Azienda
  • Contatti
  • News
  • Struttura aziendale
  • FAQ
  • Gare e Concorsi
  • Atti deliberativi
  • Comunicazione - URP
  • Farmacovigilanza
  • DISABILI Prog. ANCORA
  • Comitato Consultivo
  • Costruire_Salute
  • Internazionalizzazione e Ricerca Sanitaria
  • Prevenzione Osteonecrosi Mascellari PROMaF
  • Amministrazione Trasparente
  • Attività del CQRC
  • Cardiologia Interventistica
  • Intranet
  • Portale Appalti
  • Urologia
  • CTC - Clinical Trial Center
  • Privacy















  •   Comunicazioni:
     
    Linee guida - Corretta prassi Igienico-Comportamentale nel Complesso Operatorio


    Uso in sicurezza della formaldeide


    POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA.
    protocollo.aoup@pec.policlinicogiaccone.it


    Epidemia Epatite A - Tramissione schede per la rilevazione dei dati

    Allegato 1

    Allegato 2


    Elenco dei debiti fornitori ai sensi Art. 8 Legge n. 64/2013


    Comunicazione orario estivo punti cassa Ticket - intramenia - Cartelle Cliniche - Prestazioni Aziendali - mesi Luglio e Agosto 2013


    CIO
    Delibera 493-19/06/2013 – Approvazione programma di prevenzione delle infezioni ospedaliere e protocollo di sorveglianza ambientale


    Gestione dei rifiuti sanitari


    Rettifiche alle graduatorie definitive degli Interventi a favore del personale anni 2009 e 2010.

    Graduatoria definitiva corretta degli interventi a favore del personale anno 2009

    Graduatoria definitiva corretta degli interventi a favore del personale anno 2010


    Nota Direzione Sanitaria sul sistema di notifica delle Malattie Infettive

    Scheda per segnalazione di caso sospetto di Malattia Infettiva


    Si informa che sulla Intranet nella cartella "Interventi a favore del personale anni 2009 e 2010" della sezione "Documenti Aziendali" sono state pubblicate le graduatorie definitive degli aventi diritto.


    Avviso ASP di Catania su pubblicazione n. 3 bandi nella GURS speciale concorsi n. 10 del 29/07/2011


    Linee guida - Corretta prassi Igienico-Comportamentale nel Complesso Operatorio


    Delibera per l'istituzione Ufficio dei Procedimenti Disciplinari (U.P.D.)

    Codice disciplinare del personale dell'area contrattuale della dirigenza sanitaria, professionale, tecnica ed amministrativa S.S.N.


    Codice disciplinare del personale dell'area contrattuale medica e veterinaria S.S.N.

    Codice disciplinare del personale dell'area contrattuale del comparto S.S.N


    Attività condotte per ridurre il rischio clinico nel 2010


    Guida alle prestazioni di diagnostica di laboratorio

    La Cassazione dice no al ricovero coatto in caso di anoressia Print E-mail
    01 lug 2003

    No alla cura dell' anoressia con le maniere forti, ovvero col ricovero coatto dei pazienti che, il piu' delle volte, sono giovanissime ragazze.

    La Cassazione ha infatti confermato l'assoluzione - dall' accusa di aver omesso gli adeguati interventi terapeutici - di Silvia C., psichiatra dell' ospedale S.Luca di Milano, finita sotto processo perche' aveva dimesso dal ricovero, prescrivendole una cura farmacologica, una adolescente di 16 anni che rifiutava il cibo.

    In pratica, la dottoressa aveva concordato, con la giovane afflitta da anoressia, l'uscita dall' ospedale, a condizione che seguisse la cura e si ripresentasse puntualmente alle date fissate per i controlli.

    Solo che la paziente, tre giorni dopo essersi presentata al prescritto controllo - nel quale la sua situazione fu segnalata come ''stabile'' - peggioro' notevolmente: segui' un nuovo immediato ricovero al S.Luca, con successivo trasferimento all' ospedale Niguarda, per il ''trattamento sanitario obbligatorio''.

    Ma le flebo furono inutili e la ragazzina mori'.

    In primo grado, la psichiatra fu giudicata colpevole del decesso per ''una serie di comportamenti, sostanzialmente riportabili all' omissione di un adeguato intervento terapeutico, che nel loro insieme avevano quanto meno accelerato la produzione delle condizioni che hanno determinato l'evento infausto''.

    In pratica, ad avviso del tribunale di Milano, la dottoressa non avrebbe dovuto dimettere la ragazzina e usare l'approccio 'dolce' con il suo male.

    Questo verdetto, pero', non fu condiviso dalla Corte d'appello.

    I magistrati di secondo grado, invece, assolsero l'imputata - il 14 marzo 2002 - con la formula ''perche' il fatto non costituisce reato, non ravvisando nel comportamento del medico elementi di colpa''.

    Osservava la corte milanese che ''in relazione alla gravita' del caso ed alla peculiarita' della malattia, le 'dimissioni patteggiate' non potevano qualificarsi come frutto di negligenza, bensi' rientravano in un approccio terapeutico, da ritenersi valido, volto a coinvolgere la paziente, guadagnandone la fiducia.

    La corte di appello non mancava inoltre di sottolineare come, quando si parla di anoressia, sia ''assai problematico'' individuare le ''regole'' alle quali il sanitario deve attenersi.

    Contro l'assoluzione, la Procura di Milano ha protestato in Cassazione, ma i supremi giudici hanno respinto il ricorso, definendolo - con la sentenza 27956, della IV sezione penale - ''inammissibile'' in quanto il pubblico ministero non ha dimostrato che ''l'evento infausto verificatosi possa essere riconducibile al comportamento del medico''.

    In sintesi il ricorso della procura non aveva affrontato ''il nesso di causalita''' tra le 'dimissioni pattegiate' e la morte della giovane.

    Per l'inammissibilita' del ricorso, si era espresso anche il sostituto procuratore generale della Cassazione, Anna Maria De Sandro. (ANSA).

     

    Tutti i nomi, i loghi e i marchi registrati citati o riportati appartengono ai rispettivi proprietari.

     

     



    Webmail Login
    Username (dipendenti)

    Password
       

    Hit Counter
    9823062 Visite

    Browser Prefs
    Aggiungi ai preferiti
    Imposta homepage

    Who's online
    Sono connessi 33 ospiti e 0 utenti registrati









    Informativa sui Cookies
    Leggi qui l'informativa sui cookies

    Copyright 2002-2005© - All rights reserved - Azienda Ospedaliera Universitaria Policlinico "Paolo Giaccone" Palermo