Friday 19 January 2018
 
Home News
 
 
  :: Main Menu
  • Home
  • l'Azienda
  • Contatti
  • News
  • Struttura aziendale
  • FAQ
  • Gare e Concorsi
  • Atti deliberativi
  • Comunicazione - URP
  • Farmacovigilanza
  • Comitato Etico Palermo 1
  • DISABILI Prog. ANCORA
  • Comitato Consultivo
  • Costruire_Salute
  • Regolamenti
  • Internazionalizzazione e Ricerca Sanitaria
  • Prevenzione Osteonecrosi Mascellari PROMaF
  • Amministrazione Trasparente
  • Attività del CQRC
  • Cardiologia Interventistica
  • Intranet
  • Portale Appalti
  • Urologia















  •   Comunicazioni:
     
    CIO
    Delibera 493-19/06/2013 – Approvazione programma di prevenzione delle infezioni ospedaliere e protocollo di sorveglianza ambientale


    Uso in sicurezza della formaldeide


    POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA.
    protocollo.aoup@pec.policlinicogiaccone.it


    Epidemia Epatite A - Tramissione schede per la rilevazione dei dati

    Allegato 1

    Allegato 2


    Elenco dei debiti fornitori ai sensi Art. 8 Legge n. 64/2013


    Comunicazione orario estivo punti cassa Ticket - intramenia - Cartelle Cliniche - Prestazioni Aziendali - mesi Luglio e Agosto 2013


    CIO
    Delibera 493-19/06/2013 – Approvazione programma di prevenzione delle infezioni ospedaliere e protocollo di sorveglianza ambientale


    Gestione dei rifiuti sanitari


    Rettifiche alle graduatorie definitive degli Interventi a favore del personale anni 2009 e 2010.

    Graduatoria definitiva corretta degli interventi a favore del personale anno 2009

    Graduatoria definitiva corretta degli interventi a favore del personale anno 2010


    Nota Direzione Sanitaria sul sistema di notifica delle Malattie Infettive

    Scheda per segnalazione di caso sospetto di Malattia Infettiva


    Si informa che sulla Intranet nella cartella "Interventi a favore del personale anni 2009 e 2010" della sezione "Documenti Aziendali" sono state pubblicate le graduatorie definitive degli aventi diritto.


    Avviso ASP di Catania su pubblicazione n. 3 bandi nella GURS speciale concorsi n. 10 del 29/07/2011


    Linee guida - Corretta prassi Igienico-Comportamentale nel Complesso Operatorio


    Delibera per l'istituzione Ufficio dei Procedimenti Disciplinari (U.P.D.)

    Codice disciplinare del personale dell'area contrattuale della dirigenza sanitaria, professionale, tecnica ed amministrativa S.S.N.


    Codice disciplinare del personale dell'area contrattuale medica e veterinaria S.S.N.

    Codice disciplinare del personale dell'area contrattuale del comparto S.S.N


    Attività condotte per ridurre il rischio clinico nel 2010


    Guida alle prestazioni di diagnostica di laboratorio

    Presentazione del progetto Dapnhe Print E-mail
    26 nov 2010
    Il 29 novembre alle ore 9.00 presso l'Aula del Dipartimento di Igiene e Microbiologia verrà presentato il Progetto Dapnhe e siglato l'accordo di partenariato promosso dall'Associazione Le Onde.

    Con il progetto si sta attuando una ricerca azione su Violenze e abusi commessi nei confronti di donne e giovani donne, allorquando queste violenze sono legate a pratiche tradizionali dannose e dei loro effetti, verso donne straniere o native.

    L'intervento prevede un'indagine che riguarderà il matrimonio forzato, i rapporti sessuali obbligati, la 'fuitina', le mutilazioni genitali e le molestie sessuali con particolare attenzione alla situazione delle donne immigrate, ed ogni forma di violenza di genere a cui vengono sottoposte le donne, comparando normative e soluzioni offerte alle vittime e la sperimentazione di azioni dirette alle vittime. Il progetto riguarda due regioni italiane, la Sicilia e l'Abruzzo, ed una regione spagnola, la Catalogna.

    Negli ultimi anni le denunce di violenza sessuale e di maltrattamenti fisici e psicologici nell'ambito familiare sono praticamente raddoppiate. I dati rilevati dalle due help lines in Spagna (016) e Italia (1522) segnalano un progressivo aumento delle richieste di aiuto da parte delle vittime di origine straniera. Questi dati confermano le indagini nazionali realizzate nei due paesi, in particolare in Spagna si pone in evidenza una percentuale elevata di violenza ed omicidi verso le donne straniere.

    In Italia il Dipartimento per le Pari Opportunità (DPO), in collaborazione con l'Istituto Superiore di Sanità e il Ministero per la Sanità e la Solidarietà sociale, hanno organizzato seminari nazionali dal 1997 per gli operatori sanitari ostetrici, ginecologici e pediatrici che ricevono nelle strutture ospedaliere le donne che hanno subito mutilazioni genitali, e nel 1999 si è istituito un Comitato tecnico-scientifico sulle Mgf che ha elaborato linee guida destinate alle figure professionali sanitarie nonché ad altre figure professionali che operano con le comunità di immigrati provenienti da paesi dove sono effettuate le pratiche di mutilazione genitale femminile per realizzare una attività di prevenzione, assistenza e riabilitazione delle donne e delle bambine già sottoposte a tali pratiche ( art. 4 - legge n. 7 del 2006).

    In Spagna è stato approntato un Protocol de prevenció de la mutilació genital femenina (Girona. Octubre del 2003), nella Regione Catalogna è istituito un Protocolo de actuaciones para prevenir la mutilación genital femenina, l'Università di Barcellona ha istituito un Grupo Interdisciplinar para la prevención y el estudio de las Prácticas Tradicionales Perjudiciales. In Italia e in Spagna, come già altri paesi europei e gli Stati Uniti, sono presenti leggi che vietano esplicitamente le mutilazioni genitali femminili, in Italia si introduce con la L. n. 7 del 2006 il reato di "pratiche di mutilazione degli organi genitali femminili", in Spagna le Mgf sono sanzionate penalmente dalla legge L. O. 11/2003 del 29 settembre, che modifica il Codice Penale, introducendo il nuovo reato di mutilazione genitale mediante modifiche all'art. 149 del C.P.

    Tutti i problemi individuati saranno affrontati attraverso una loro analisi, effettuata a partire dal punto di contatto di queste donne con il sistema socio sanitario dei due paesi: ambulatori sanitari, servizi sociali e (per alcune tipologie) polizia.

    Attraverso questo progetto si intende conoscere "come si interviene" e sperimentare azioni concrete di aiuto alle donne, anche con l'attivazione di sportelli di prossimità negli ospedali partner dell'intervento.

     

    Tutti i nomi, i loghi e i marchi registrati citati o riportati appartengono ai rispettivi proprietari.

     

     



    Webmail Login
    Username (nuovo sistema)

    Password
       

    Hit Counter
    9158394 Visite

    Browser Prefs
    Aggiungi ai preferiti
    Imposta homepage

    Who's online
    Sono connessi 97 ospiti e 0 utenti registrati

    Extranet
    Username
    Password
     









    Informativa sui Cookies
    Leggi qui l'informativa sui cookies

    Copyright 2002-2005© - All rights reserved - Azienda Ospedaliera Universitaria Policlinico "Paolo Giaccone" Palermo