Thursday 19 April 2018
 
Home News
 
 
  :: Main Menu
  • Home
  • l'Azienda
  • Contatti
  • News
  • Struttura aziendale
  • FAQ
  • Gare e Concorsi
  • Atti deliberativi
  • Comunicazione - URP
  • Farmacovigilanza
  • Comitato Etico Palermo 1
  • DISABILI Prog. ANCORA
  • Comitato Consultivo
  • Costruire_Salute
  • Regolamenti
  • Internazionalizzazione e Ricerca Sanitaria
  • Prevenzione Osteonecrosi Mascellari PROMaF
  • Amministrazione Trasparente
  • Attività del CQRC
  • Cardiologia Interventistica
  • Intranet
  • Portale Appalti
  • Urologia















  •   Comunicazioni:
     
    POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA.
    protocollo.aoup@pec.policlinicogiaccone.it


    Uso in sicurezza della formaldeide


    POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA.
    protocollo.aoup@pec.policlinicogiaccone.it


    Epidemia Epatite A - Tramissione schede per la rilevazione dei dati

    Allegato 1

    Allegato 2


    Elenco dei debiti fornitori ai sensi Art. 8 Legge n. 64/2013


    Comunicazione orario estivo punti cassa Ticket - intramenia - Cartelle Cliniche - Prestazioni Aziendali - mesi Luglio e Agosto 2013


    CIO
    Delibera 493-19/06/2013 – Approvazione programma di prevenzione delle infezioni ospedaliere e protocollo di sorveglianza ambientale


    Gestione dei rifiuti sanitari


    Rettifiche alle graduatorie definitive degli Interventi a favore del personale anni 2009 e 2010.

    Graduatoria definitiva corretta degli interventi a favore del personale anno 2009

    Graduatoria definitiva corretta degli interventi a favore del personale anno 2010


    Nota Direzione Sanitaria sul sistema di notifica delle Malattie Infettive

    Scheda per segnalazione di caso sospetto di Malattia Infettiva


    Si informa che sulla Intranet nella cartella "Interventi a favore del personale anni 2009 e 2010" della sezione "Documenti Aziendali" sono state pubblicate le graduatorie definitive degli aventi diritto.


    Avviso ASP di Catania su pubblicazione n. 3 bandi nella GURS speciale concorsi n. 10 del 29/07/2011


    Linee guida - Corretta prassi Igienico-Comportamentale nel Complesso Operatorio


    Delibera per l'istituzione Ufficio dei Procedimenti Disciplinari (U.P.D.)

    Codice disciplinare del personale dell'area contrattuale della dirigenza sanitaria, professionale, tecnica ed amministrativa S.S.N.


    Codice disciplinare del personale dell'area contrattuale medica e veterinaria S.S.N.

    Codice disciplinare del personale dell'area contrattuale del comparto S.S.N


    Attività condotte per ridurre il rischio clinico nel 2010


    Guida alle prestazioni di diagnostica di laboratorio

    Il consumo di alcol aumenta tra i giovani italiani: età a rischio tra 14 e 17 anni Print E-mail
    05 giu 2003

    Il consumo di alcol aumenta tra i giovani italiani, facendo registrare tassi di crescita molto alti soprattutto tra le ragazze, inoltre cambiano le abitudini: ora si beve fuori dai pasti e per ubriacarsi, seguendo il alcuni modelli televisivi che incitano al consumo.

    E' quanto afferma Emanuele Scafato, responsabile dell'osservatorio Alcol dell'Istituto superiore di sanita', al convegno Alcol e prevenzione, ascoltando i giovani''.

    Come riferito nel corso del dibattito tenutosi all'Istituto Superiore di Sanita', il gruppo di eta' piu' a rischio e' quello dei giovani tra i 14 e i 17 anni, in cui ci sono quasi 5 mila maschi che consumano oltre mezzo litro di vino al giorno, piu' di 500 mila quelli che bevono birra, piu' di 300 mila invece coloro che preferiscono amari e liquori.

    Tra le giovani, spiega Scafato, la tendenza non e' meno preoccupante, quasi 11 mila dichiarano di consumare oltre mezzo litro di vino al giorno, circa 5000 piu' di mezzo litro di birra al giorno, 110 mila si dicono bevitrici di liquori e amari. ''E le conseguenze si vedono - afferma Scafato - infatti l'alcol e' la prima causa di morte tra i giovani europei, che fanno registrare 59 mila decessi l'anno, tra incidenti stradali, suicidi dovuti alla incapacita' di abbandonare la dipendenza, avvelenamenti, omicidi''. Circa 50 mila incidenti stradali all'anno, continua l'esperto, dei 170 mila complessivi, sono dovuti all'alcol. La televisione non aiuta, sostiene Scafato, infatti in un'indagine parallela abbiamo visto che c'e' un atto legato all'alcol ogni 15 minuti di fiction made in Italy trasmesse sulle reti Rai, Mediaset e telemontecarlo.

    A coloro che bevono sugli schermi, spiega Scafato, e' associato quasi sempre un valore positivo, cosi' i ragazzi li prendono ad esempio e li imitano. ''Per questo - prosegue l'esperto - verra' lanciata la campagna di prevenzione 'Io c'ero fino a un bicchiere fa', con l'intento di indurre i giovani a cambiare atteggiamento rispetto al consumo di alcol, a percepirlo come un fattore di emarginazione, quindi negativo. Ecco perche' - ha concluso Scafato - abbiamo organizzato e proponiamo una campagna di sensibilizzazione fatta dai giovani per i giovani''. (ANSA).

     

    Tutti i nomi, i loghi e i marchi registrati citati o riportati appartengono ai rispettivi proprietari.

     

     



    Webmail Login
    Username (dipendenti)

    Password
       

    Hit Counter
    9480176 Visite

    Browser Prefs
    Aggiungi ai preferiti
    Imposta homepage

    Who's online
    Sono connessi 143 ospiti e 0 utenti registrati









    Informativa sui Cookies
    Leggi qui l'informativa sui cookies

    Copyright 2002-2005© - All rights reserved - Azienda Ospedaliera Universitaria Policlinico "Paolo Giaccone" Palermo