Saturday 20 January 2018
 
Home News
 
 
  :: Main Menu
  • Home
  • l'Azienda
  • Contatti
  • News
  • Struttura aziendale
  • FAQ
  • Gare e Concorsi
  • Atti deliberativi
  • Comunicazione - URP
  • Farmacovigilanza
  • Comitato Etico Palermo 1
  • DISABILI Prog. ANCORA
  • Comitato Consultivo
  • Costruire_Salute
  • Regolamenti
  • Internazionalizzazione e Ricerca Sanitaria
  • Prevenzione Osteonecrosi Mascellari PROMaF
  • Amministrazione Trasparente
  • Attività del CQRC
  • Cardiologia Interventistica
  • Intranet
  • Portale Appalti
  • Urologia















  •   Comunicazioni:
     
    Rettifiche alle graduatorie definitive degli Interventi a favore del personale anni 2009 e 2010.

    Graduatoria definitiva corretta degli interventi a favore del personale anno 2009

    Graduatoria definitiva corretta degli inte


    Uso in sicurezza della formaldeide


    POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA.
    protocollo.aoup@pec.policlinicogiaccone.it


    Epidemia Epatite A - Tramissione schede per la rilevazione dei dati

    Allegato 1

    Allegato 2


    Elenco dei debiti fornitori ai sensi Art. 8 Legge n. 64/2013


    Comunicazione orario estivo punti cassa Ticket - intramenia - Cartelle Cliniche - Prestazioni Aziendali - mesi Luglio e Agosto 2013


    CIO
    Delibera 493-19/06/2013 – Approvazione programma di prevenzione delle infezioni ospedaliere e protocollo di sorveglianza ambientale


    Gestione dei rifiuti sanitari


    Rettifiche alle graduatorie definitive degli Interventi a favore del personale anni 2009 e 2010.

    Graduatoria definitiva corretta degli interventi a favore del personale anno 2009

    Graduatoria definitiva corretta degli interventi a favore del personale anno 2010


    Nota Direzione Sanitaria sul sistema di notifica delle Malattie Infettive

    Scheda per segnalazione di caso sospetto di Malattia Infettiva


    Si informa che sulla Intranet nella cartella "Interventi a favore del personale anni 2009 e 2010" della sezione "Documenti Aziendali" sono state pubblicate le graduatorie definitive degli aventi diritto.


    Avviso ASP di Catania su pubblicazione n. 3 bandi nella GURS speciale concorsi n. 10 del 29/07/2011


    Linee guida - Corretta prassi Igienico-Comportamentale nel Complesso Operatorio


    Delibera per l'istituzione Ufficio dei Procedimenti Disciplinari (U.P.D.)

    Codice disciplinare del personale dell'area contrattuale della dirigenza sanitaria, professionale, tecnica ed amministrativa S.S.N.


    Codice disciplinare del personale dell'area contrattuale medica e veterinaria S.S.N.

    Codice disciplinare del personale dell'area contrattuale del comparto S.S.N


    Attività condotte per ridurre il rischio clinico nel 2010


    Guida alle prestazioni di diagnostica di laboratorio

    In crescita il numero di casi di Alzheimer Print E-mail
    29 set 2003

    Le proiezioni di uno studio americano parlano chiaro: entro il 2050 ben 13 milioni di Americani saranno malati di Alzheimer, a meno di non trovare per allora nuovi mezzi per prevenire o curare la malattia.

    Il dato è stato ottenuto con uno studio di incidenza della patologia, apparso su Archives of Neurology.

    Denis A. Evans e i suoi colleghi del Rush-Presbyterian-St. Luke’s Medical Center di Chicago hanno fatto le loro stime sulla base di uno studio di incidenza (che ha calcolato cioè il numero di nuovi casi di Alzheimer per anno) che si è protratto per 4 anni e ha coinvolto 3913 soggetti con più di 65 anni.

    I ricercatori hanno quindi calcolato la prevalenza nazionale di Alzheimer (il numero di persone che hanno la malattia) utilizzando i dati del Censo e i tassi di mortalità ottenuti dal National Center for Health Statistics.

    Hanno così potuto compiere delle proiezioni per indicare quante persone sono destinate ad ammalarsi se il trend della patologia resta quello attuale.

    La malattia di Alzheimer è in crescita: dai quattro milioni e mezzo di casi attuali si attendono più di 13 milioni di pazienti per la metà del secolo in corso; - L’incremento più significativo di nuovi casi si avrà nei pazienti molto anziani, con 85 anni o oltre: nel 2050 si stima che il 60% dei malati di Alzheimer sarà ultraottantacinquenne.

    I tassi di mortalità al di sopra dei 65 anni stanno diminuendo, dicono gli autori dello studio: ciò significa che la popolazione sta invecchiando sempre di più ed aumenta quindi il rischio di ammalarsi di Alzheimer.

    “Il prossimo ventennio sarà caratterizzato da profonde trasformazioni nella composizione della società: gli ultraottantacinquenni sono in effetti una porzione di popolazione che sta aumentando velocemente”, conferma la dottoressa Chiara Gavazzini, geriatra presso l’Istituto Nazionale di Ricerca e Cura dell’Anziano (INRCA) di Firenze.

    Anche in Italia, secondo i dati raccolti negli studi epidemiologici condotti nel nostro paese, la probabilità di Alzheimer è in crescita proprio grazie all’aumento dell’età media.

    “Oggi sempre più persone hanno raggiunto l’età della vecchiaia e della grande vecchiaia: molte di loro sono ancora in buona salute, attive nella vita civile, impegnate in attività professionali e sociali.

    In poche parole, sono anziani che non si sentono vecchi e non accettano di essere percepiti come tali”, osserva Gavazzini.

    Perché se ancora non sono noti metodi certi per prevenire l’Alzheimer, di certo si può cercare di invecchiare meglio, conservando al massimo le proprie capacità intellettive.

    Secondo la geriatra, questa può essere l’unica risposta di fronte ai “rischi” portati dalla vita che si allunga: “il “segreto” per mantenere in forma il cervello è proprio farlo funzionare e allenarlo: il suo invecchiamento può infatti avvenire senza sostanziali perdite di funzione, attraverso una sempre maggiore specializzazione”, conclude la dottoressa Gavazzini.

     

    Tutti i nomi, i loghi e i marchi registrati citati o riportati appartengono ai rispettivi proprietari.

     

     



    Webmail Login
    Username (nuovo sistema)

    Password
       

    Hit Counter
    9162745 Visite

    Browser Prefs
    Aggiungi ai preferiti
    Imposta homepage

    Who's online
    Sono connessi 147 ospiti e 0 utenti registrati

    Extranet
    Username
    Password
     









    Informativa sui Cookies
    Leggi qui l'informativa sui cookies

    Copyright 2002-2005© - All rights reserved - Azienda Ospedaliera Universitaria Policlinico "Paolo Giaccone" Palermo